Questo sito web fa uso di cookies installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dall legge. Continuando la navigazione, l’utente dà il proprio consenso all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più, è disponibile l' Informativa estesa sui cookie.

venerdì 25 settembre 2015

La cura della cura: gruppo dedicato ai genitori con bambini sordi/disabili

Il prendersi cura è un aspetto sostanziale della genitorialità. Lo è ancora di più quando i figlio/a è sordo, o disabile. Per questo abbiamo fortemente voluto attivare un gruppo dedicato nel nostro progetto di cura della cura.
La scoperta della disabilità comporta per un genitore un momento di grande delicatezza, in cui alla scoperta delle implicazioni dello scoprirsi genitore si aggiunge la tempesta emotiva della diagnosi, della prognosi e della definizione di un futuro inaspettato.
Il lavoro del gruppo ha lo scopo di approfondire le dimensioni personali all'interno di un percorso condiviso tra genitori che sono tra loro pari, con la garanzia della trasparenza, dell'equilibrio e della bilanciatura assicurata dai conduttori. Il gruppo si propone come uno strumento di consapevolezza e di approfondimento personale per i partecipanti, che hanno l'opportunità di condividere uno spazio protetto in cui portare liberamente sé stessi e i propri vissuti relativi alla situazione di disabilità del proprio figlio/a.
Il gruppo offre la possibilità di esplorare le proprie competenze genitoriali e di condividerle intorno ad una serie di macro-temi che solitamente intervengono nel mondo dell'adulto che scopre la disabilità del proprio figlio/a. Queste macro tematiche possono implicare:
- il contesto esterno, il momento della diagnosi e il contatto con l'ambito medico
- la relazione con l'ambito allargato, la famiglia, gli amici, i conoscenti
- la propria famiglia e il rapporto tra fratelli e sorelle
- la dimensione della coppia
- lo spazio individuale più intimo ed interno
Il gruppo consente ai genitori di incontrarsi e incontrare pensieri, riflessioni, vissuti che i partecipanti portano liberamente al gruppo come un contributo aperto a tutte/i, perché, come ha sintetizzato un genitore «... è importante lasciare una nota a chi si trova o troverà ad affrontare gli stessi problemi, per sentirsi meno soli sapendo che altri sanno di cosa parlano...», rimandando ad una dimensione dello stare insieme in cui ai partecipanti si aprono le porte di un “pensare possibile”, uno spazio personale, proprio, intimo, di dialogo e di condivisione affettiva.

Modalità di attivazione e partecipazione:
il gruppo sarà attivato a partire da un numero minimo di 4 partecipanti. In caso di iscrizioni superiori alle dieci persone, saranno attivati più gruppi.
Iscrizioni: inviare una mail con oggetto “gruppo genitori bambini sordi/disabili” a info@multipolis.eu contenente i seguenti dati: nome e cognome, mail e cellulare di contatto. Verrete ricontattati al più presto per ricevere le prime indicazioni pratiche, insieme al nostro modulo di consenso informato, necessario per inserirvi nel gruppo.
Frequenza: gli incontri si svolgeranno a cadenza mensile ed avranno la durata di due ore ciascuno. L'alternarsi dei partner nella partecipazione creerebbe appesantimento e discontinuità nel discorso del gruppo, e per questo non sarà consentita. È permessa la partecipazione di entrambi i partner allo stesso gruppo.
Pagamenti: il costo è 40 euro a incontro a persona; di regola, vengono conteggiati anche gli incontri a cui non si partecipa.

Nessun commento:

Posta un commento